Nasce Miele Milano: adottate un’arnia

Un vasetto di miele milanese. Avete capito bene: miele prodotto da api cittadine andate di fiore in fiore nei parchi, nei giardini, su balconi e terrazze in caccia di fiori. Si chiamerà Mi-Mi, Miele Milano. Come sarà? Per assaggiarlo dovremo aspettare la primavera del 2016. Intanto agli inizi di ottobre, nel centro di Milano, vicino a zona Isola, verrà seminato un “tappeto fiorito” con specie botaniche particolarmente “gustose” per le api di modo da attirale e invitarle a produrre. Allo stesso tempo sarà realizzato il primo apiario d’artista al mondo, realizzato da Green Island che durante la Milano Design Week aveva lanciato l’iniziativa Alverai urbani di cui abbiamo scritto il 2 aprile scorso nel Blog) per sensibilizzare sull’urgenza della salvaguardia delle api e della biodiversità. E Green Island è ancora il promotore di questo progetto con la campagna “adotta un’arnia”.

Le api metropolitane avranno infatti a loro disposizione arnie di designer e di creativi internazionali. L’invito è, tramite crowdfunding, ovvero una raccolta fondi on line, di versare un contributo a partire da 300 euro per ricevere il miele milanese e attivare un’azione positiva di salvaguardia dell’ambiente cittadino..

All’estero, l’esperienza dell’allevamento delle api in città è già consolidata, da New York a Londra, da Tokio a Berlino e Parigi. 
«Gli impollinatori proteggono la biodiversità urbana, sono sensori preziosi per monitorare la qualità dell’aria e della vita nella nostra città» ha spiegato Claudia Zanfi, storica dell’arte, ideatrice e curatrice del progetto. «Gli apiari urbani, infatti, consentono di effettuare studi di bio-monitoraggio: dall’analisi di miele e cera si possono ricavare dati importanti per ii parametri di inquinamento ambientale e la salute delle nostre città».

Il progetto fa parte del circuito di ricerca della Comunità Europea con l’Università Middlesex di Londra.

Nicoletta