Allergia cani e catti: la dieta grain free

Allergia. Colpisce anche cani e gatti. I casi sono in aumento. E sempre più veterinari consigliano una dieta grain free per gli animali poiché, statisticamente, è stato evidenziato che i cereali (in particolare, sono quelli che hanno il glutine con la gliadina come frumento, avena, orzo e farro, mentre sono esclusi mais, riso e soia) possono indurre l’insorgenza di allergie più facilmente rispetto ad altre sostanze. Che fare? Abbiamo chiesto consiglio sulla dieta grain free a Sergio Canello, veterinario, esperto di patologie legate all’alimentazione, omeopatia e medicina naturale, fondatore di SANYpet, azienda che produce alimenti specifici per le malattie d’origine alimentare e che ha appena formulato una linea ad hoc: Legend.

NELLA CIOTOLA. Una dieta grain free per il cane e per il gatto comprende alimenti secchi, umidi e anche snack. Gli alimenti grain free, per ognuna di queste tipologie, sono accomunati dalle materie prime impiegate e dai quantitativi di proteine, grassi, fibra, umidità. La prima e principale peculiarità è la totale assenza di cereali che determina, nella composizione dell’alimento, di un più elevato tenore proteico (non deve comunque essere troppo elevato per non incorrere in danni alla salute renale). In alcuni casi possono, inoltre, essere aggiunte sostanze benefiche quali, ad esempio, estratti fitoterapici che hanno un’azione salutare su determinati organi o apparati. Le piante, infatti, possiedono un’ampia varietà di principi attivi, noti per le loro proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e di bilanciamento delle difese immunitarie. L’origano, ad esempio, presenta valori molto elevati di fenoli e ha quindi proprietà antiossidanti nonché protettive per l’apparato gastroenterico (antisettiche e antispastiche in primis). Il tarassaco, invece, è in grado di diminuire l’infiammazione intestinale e l’inulina, in esso contenuta, aiuta il mantenimento e la proliferazione della flora batterica intestinale positiva. Le proteine possono derivare dalla carne – le carni utilizzate sono varie, rispecchiando così il mito della dieta ancestrale – ma anche dal pesce, quest’ultimo importantissimo per la sua ricchezza di Omega3 e sali minerali, che contribuiscono al mantenimento dell’elasticità dei tessuti e hanno effetto protettivo in particolare sull’apparato muscoloscheletrico.

ADATTI A TUTTI. Gli alimenti grain free sono adatti a tutti e possono essere usati garantendo benessere al nostro animale per tutta la vita. Una formula grain free non crea alcun tipo di carenza o disturbo. Gli alimenti grain free, infatti, se formulati rispettando i fabbisogni minimi per tutte le sostanze nutritive (proteine, grassi, fibra…) sono “alimenti completi” (termine legislativo che definisce le diete in grado di soddisfare ogni bisogno nutrizionale del pet).
I grain free, come tutti gli altri alimenti, possono essere formulati in funzione delle esigenze specifiche del pet, a seconda che sia un cucciolo, che appartenga ad una determinata fascia di età o in funzione del suo stato di salute. Esistono in commercio, ad esempio, grain free rivolti a soggetti con spiccata sensibilità dell’apparato gastrointestinale e dell’apparato cutaneo, che aiutano a ripristinare e mantenere il loro benessere.
Questi benefici possono derivare solo da un dosaggio complesso e ponderato di un pool di fitoterapici: rosa canina, salvia e cranberry, ad esempio, grazie alle specifiche proprietà benefiche, agiscono su cute e mantello prendendosene cura e ristabilendo la salute in casi di prurito intenso al collo o sul fondo schiena, pelo secco e opaco, forfora, perdita costante di pelo e altri problemi specifici.

Nicoletta