The Green Planet: eco-dome con foresta tropicale a Dubai

Si chiama The Green Planet, il Pianeta Verde ed è la prima Bio-cupola degli Emirati Arabi Uniti. Si trova a Dubai e racchiude una foresta tropicale con oltre 3000 piante e animali. Un ecosistema unico e impressionante in una città dove il cemento regna sovrano come Dubai. The Green Planet è stato costruito nella zona denominata City Walk, dove si fa shopping all’area aperta, dove sono stati realizzati palazzi moderni affacciati su un ampio boulevard illuminatissimo di notte e che comprende una moschea squadrata e priva di minareto. City Walk è un distretto di Dubai davvero particolare, molto frequentato nel vicino quartiere residenziale di Jumeira. E The Green Planet ne rappresenta appunto il “lato verde”.

L’edificio che ospita la foresta tropicale è stato progettato e realizzato secondo i migliori criteri di eco-sostenibilità ambientale ottenendo la certificazione più prestigiosa del settore, il LEED globale (Leadership in Energy and Environmental Design). Ed è davvero bello a vedersi con forme sinuose che si contrappongono a pareti geometriche. E vetrate spaziali.

Foto Nicoletta Pennati

Foto Nicoletta Pennati

Ma la grande sorpresa è l’interno. Qui domina maestoso il più grande albero artificiale al mondo (Dubai è la città dei record, non sarebbe potuto essere altrimenti…): alto 25 metri sostiene rami e fronde naturali dove hanno casa decine di animali. I viistatori vi girano intorno, passano da un lato all’altro della bio-cupola su ponti sospesi, si rinfrescano vicino alle cascate d’acqua e apprendono i segreti della foresta tropicale fermandosi nella varie stazioni dove il personale spiega e approfondisce le informazioni. Facendo anche vedere da vicino alcuni degli animali.
La vegetazione è lussureggiante e impressionante. Soprattutto per chi vive e proviene da un mondo rigorosamente artificiale come quello della città. Una full immersion dunque nel verde per ricaricarsi di energia e toccare con mano quanto sia bella la natura. Un’opportunità per chi è nato nel deserto e non ha avuto modo di passeggiare in una vera foresta o, almeno, in un bosco. Un’esperienza che colpisce nel profondo sia adulti che bambini. Attimi di stupore e di magia in un mondo artificiale.

Nicoletta