PortaNatura: frutta e verdura bio a domicilio

Produrre sempre di più a prezzi sempre più bassi. Sfruttando al massimo la terra e quindi  utilizzando consumi chimici e sostanze in grado di aumentare le rese dei campi evitando che le piante si ammalino. E la terra? Diventa sempre meno fertile e sempre più deprivata di tutto. Così come chi la lavora viene deprivato della dignità di guadagnarsi da vivere senza avvelenare la natura. C’è però chi si oppone a questa triste logica, chi lotta per un’agricoltura sana e sostenibile. Nonostante tutto. Un esempio è portaNatura nata a Novi Ligure (Alessandria) proprio per diffondere il biologico. I suoi pilastri? Prezzo giusto che compensi il lavoro contadino e trasparenza dei prezzi; filiera corta ovvero consegne dirette dal campo a casa del consumatore a Milano, Genova, Torino, Alessandria, Monza e sette comuni nella provincia di Alessandria: Novi Ligure, Gavi, Serravalle Scrivia, Arquata Scrivia, Stazzano, Basaluzzo e Pasturana; cibo locale per cui vengono venduti solo prodotti di agricoltori delle tre città vicine alla base di portaNatura, con consegne nei centri storici fatte in bicicletta; stagionalità per dire basta alla monocolture in favore della biodiversità e dei cicli della natura; riciclo e quindi no agli imballaggi e riutilizzo dei box in cui vengono consegnati frutta e ortaggi.
Insomma fare l propria parte è possibile. Coltivare, vendere e acquistare in modo consapevole, nel rispetto della natura, avendo a cuore la salute dell’ambiente e, di conseguenza, il nostro.

Nicoletta